Concorso di Idee

1. Descrizione e obiettivi del Bando

Il Comune di Cesena, in collaborazione con AICCON e i partner di progetto, indice il Concorso di Idee “Impresa Creativa: missione possibile” con l’obiettivo di promuovere la costituzione di nuove imprese nei settori culturale e creativo. L’iniziativa intende favorire nuove opportunità di lavoro per le ragazze e i ragazzi, per questo la partecipazione è riservata a giovani dai 23 fino ai 30 anni. Il Bando si propone di unire, quindi, cultura e creazione di lavoro, con particolare attenzione alle nuove generazioni.

Il progetto intende favorire la nascita di start-up attraverso un percorso formativo di supporto e accompagnamento allo sviluppo delle 10 idee imprenditoriali selezionate e, in una seconda fase, attraverso l’erogazione di un contributo totale pari a € 15.000 ai 3 business model più innovativi.

2. I soggetti promotori

Il presente bando è promosso dal Comune di Cesena all’interno del progetto “Impresa Creativa: Missione Possibile” finanziato nel quadro di Azione ProvincE giovani, iniziativa promossa dall’UPI e finanziata dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’intervento è realizzato in collaborazione con la Provincia di Rimini, l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, l’Unione della Romagna Faentina, la Fondazione Augusta Pini e Istituto del Buon Pastore Onlus e in associazione con il Comune di Cervia, Confesercenti Provinciale di Rimini, CNA Rimini, Confartigianato Rimini, AICCON, RicercAzione, l’Associazione culturale Sonora Social Club e la Cooperativa Formula Servizi. In particolare tale concorso è frutto della collaborazione tra il Comune di Cesena e AICCON, l’Associazione Italiana per la Promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit di Forlì, la quale garantirà l’erogazione dei premi ai vincitori.

3. I premi e le fasi del concorso

Il concorso in oggetto si compone di due fasi di valutazione.

Nella prima fase saranno selezionate le 10 idee progettuali migliori secondo i criteri riportati al punto 8 del presente documento. Ai selezionati sarà offerta la possibilità di frequentare un percorso formativo e di affiancamento, realizzato in collaborazione con Techne e l’Informagiovani del Comune di Cesena, (Business Academy Premium) attraverso cui si offriranno strumenti concreti per lo sviluppo di idee imprenditoriali sostenibili.

Tale percorso si articolerà in due incontri settimanali per una durata di 3 mesi in cui saranno previste attività di gruppo e momenti di consulenza individuali su tematiche gestionali, amministrativo-finanziarie e commerciali.

Al termine del percorso formativo ogni promotore o team di promotori dovrà realizzare il proprio business plan. Sulla base dei business plan il Comune di Cesena, in collaborazione con AICCON, premierà i progetti più meritevoli con un contributo totale pari a € 15.000 erogati parte in denaro contante e parte in servizi. Tale cifra sarà suddivisa fra un massimo di 3 progetti che verranno selezionati fra quelli presentati nell’ambito del Bando, con un contributo massimo di € 5.000 per ciascun progetto.

Tali benefit si tradurranno in servizi di accompagnamento per lo start up di impresa. Nello specifico potranno essere erogati servizi specialistici di varia natura tra cui:

  • Gestione amministrativa / contabile (es: commercialista, consulenti del lavoro, ecc..)
  • Servizi notarili
  • Accesso al credito
  • Consulenze di marketing
  • Consulenza grafica sull’immagine dell’azienda
  • Eventuali ulteriori aree di consulenza specifica per ciascun progetto di start-up, funzionali all’avvio d’impresa.

Tali Servizi potranno essere erogati da:

  • le principali Associazioni di categoria del territorio
  • AICCON
  • Società di consulenza e/o liberi professionisti del territorio

Al fine di garantire ulteriori opportunità di successo al percorso delle startup, i progetti vincitori potranno disporre del supporto di accompagnamento dell’Informagiovani del Comune di Cesena e di Techne che si impegnano a collaborare nell’individuazione dei servizi specialistici più idonei e rispondenti ai percorsi di accompagnamento per lo start up di impresa a favore dei premiati e a fornire agli stessi, e in generale ai partecipanti, ampia informativa riguardo agli specifici servizi offerti dalle Associazioni datoriali e dalle società del territorio.

Ai tre vincitori verranno inoltre messi a disposizione gli spazi cablati e arredati (scrivania, sedie, personal computer) della saletta posta al piano terra dell’edificio centrale del complesso denominato “Ex-Macello”, Via Circonvallazione Mulini, n. 21.

Gli spazi comprendono un totale di 3 postazioni di lavoro e risorse condivise (fax, stampante, utenze energetiche, riscaldamento e acqua) con possibilità di utilizzo degli ambienti comuni quali il laboratorio di informatica, qualora non utilizzato per altri scopi.

I suddetti spazi saranno disponibili, grazie alla collaborazione con Serinar, per un periodo di sei mesi, nei giorni da lunedì a venerdì, negli orari dalle 08:30 alle 17:30, per l’utilizzo diretto gratuito.

4. Destinatari

Il Bando è rivolto a giovani di età compresa fra i 23 e i 30 anni compiuti.

La partecipazione è riservata a cittadini italiani e stranieri purché residenti o domiciliati nel territorio delle Province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, in possesso della documentazione che attesti la regolarità della residenza o del domicilio. Le proposte potranno pervenire da singoli o da team composti da più persone.

Nel caso di team composti da più persone la domanda dovrà essere presentata da un “promotore” residente o domiciliato nel territorio delle Province di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna. Gli ulteriori componenti del team dovranno comunque essere residenti o domiciliati nel territorio della regione Emilia- Romagna. Il requisito di età compresa fra i 23 e i 30 anni compiuti dovrà essere posseduto da almeno un componente del team.
I requisiti di età e anagrafici devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda, a pena di esclusione.

5. Le caratteristiche delle idee imprenditoriali proposte

Le idee imprenditoriali presentate devono riguardare attività e progetti culturali e creativi, così come definite nel Libro Bianco della Creatività, edito MiBAC nel 2007:

  • Moda
  • Design industriale e artigianato
  • Industria del gusto
  • Software
  • Editoria
  • TV e radio
  • Pubblicità
  • Cinema
  • Patrimonio culturale
  • Musica e spettacolo
  • Architettura
  • Arte contemporanea

Ogni idea imprenditoriale, deve inoltre essere connotata, tutta o in parte, dalle seguenti caratteristiche:

  1. Promuovere la creazione di nuovi posti di lavoro, soprattutto per i giovani sul territorio
  2. Avere un impatto sociale positivo e favorire l’accesso alla cultura e ai saperi da parte del maggiornumero di persone
  3. Attivare forme innovative di progettazione, produzione, distribuzione e valorizzazione delle attivitànegli ambiti sopra descritti
  4. Capacità di coinvolgere le comunità di riferimento e i destinatari del Progetto nella comunicazionedelle proprie attività
  5. Essere economicamente sostenibile nel tempo
  6. Essere sostenibile nel tempo a livello ambientale e sociale.

6. Come partecipare

I soggetti che intendono partecipare devono presentare e illustrare la propria idea imprenditoriale in maniera chiara, sintetica ed esaustiva.

Le idee imprenditoriali, con le caratteristiche di cui al precedente paragrafo 5, dovranno essere presentate, a pena di decadenza, dalla data di pubblicazione del presente avviso fino al 18 aprile 2014, attraverso l’apposito form pubblicato sul sito internet del progetto all’indirizzo www.impresacreativa.net.

I documenti richiesti per la partecipazione al bando sono:

1. Presentazione dell’idea imprenditoriale
2. Piano di Fattibilità economica del progetto che ne stimi la sostenibilità nel tempo
3. Presentazione e curricula vitae del promotore e di tutti i componenti del team
4. Immagini e/o video di accompagnamento del progetto (facoltativi).

Sul sito www.impresacreativa.net saranno messi a disposizione dei modelli/schemi guida per facilitare la presentazione dell’idea imprenditoriale.

Al termine della prima fase è poi prevista la presentazione del Business Plan completo da parte dei 10 progetti finalisti.

7. I requisiti di ammissibilità

Per accedere alla fase di selezione del Bando sono richiesti, a pena di esclusione, i seguenti requisiti:

  • I richiedenti singoli o team devono rispondere ai requisiti di cui al punto 4
  • L’idea imprenditoriale deve essere coerente con l’oggetto e le finalità del presente Avviso
  • I singoli e i team proponenti, compresi tutti i componenti dei team, possono presentare un soloprogetto
  • La startup dovrà svolgere la propria attività operativa sul territorio emiliano romagnolo.8. I criteri di valutazione

8. I criteri di valutazione

Le idee imprenditoriali ricevute, durante la prima fase saranno valutate in base ai seguenti criteri:

  1. Valore creativo/culturale dell’idea nel settore di riferimento proposto (10 punti): la natura delle attività dovrà rispondere a criteri di significatività e di valore creativo-culturale sia per quanto riguarda gli operatori coinvolti sia per i risultati attesi in relazione ai destinatari coinvolti
  2. Impatto dei progetti sul territorio di riferimento (10 punti): saranno privilegiati quei progetti che dimostreranno di avere il maggior impatto positivo (in termini di occupazione, numero dei beneficiari coinvolti, coinvolgimento della comunità, etc) sul territorio romagnolo
  3. Innovazione e sviluppo territoriale (10 punti): l’originalità del progetto con riferimento al contesto territoriale romagnolo. Gli aspetti innovativi potranno essere riscontrabili in uno o più elementi del progetto
  4. Sostenibilità economica (10 punti): caratteristiche dell’idea imprenditoriale che garantiscono la sostenibilità economica nel tempo
  5. Sostenibilità ambientale e sociale (5 punti): caratteristiche dell’idea imprenditoriale che garantiscono la sostenibilità ambientale e sociale nel tempo
  6. Curricula dei proponenti (5 punti): verranno prese in considerazione le competenze e particolari caratteristiche dei singoli proponenti (o del complesso dei team) soprattutto in relazione alla coerenza con lidea progettuale.

I soggetti proponenti e i team dei progetti ammessi alla Business Academy Premium, al termine della stessa, dovranno sviluppare i loro business plan che saranno valutati secondo i seguenti criteri:

  1. Sostenibilità economica del progetto nel medio-lungo periodo (15 punti): dimostrare, attraverso la pianificazione economico-finanziaria, la sostenibilità economica del progetto nel medio-lungo periodo
  2. Capacità di attrarre cofinanziamenti (10 punti): capacità dei progetti di attrarre finanziamenti diversi da quelli offerti dal presente bando
  3. Attivazione di partnership strategiche e commerciali (10 punti): capacità dei progetti di attivare collaborazione e partnership, in particolare con soggetti presenti o attivi sul territorio romagnolo
  4. Qualità ed innovazione dei modelli gestionali ed organizzativi (10 punti): definizione di strategie, tecniche e strumenti di pianificazione della attività, nel medio e breve periodo, individuazione di modelli di comunicazione, marketing, controllo di gestione e monitoraggio, adeguati ad assicurare efficacia ed efficienza nella nuova impresa, coerentemente con le risorse disponibili
  5. Accuratezza della redazione del business plan (5 punti): completezza delle argomentazioni, correttezza e chiarezza espositiva, impaginazione e grafica accattivanti.

9. Composizione della Commissione di valutazione

Le idee imprenditoriali presentate nella prima fase verranno esaminate da una Commissione di valutazione composta da esperti individuati all’interno del network del progetto “Impresa creativa: missione possibile”, di cui al punto 2, in base alle specifiche competenze richieste. Tale Commissione selezionerà le 10 idee progettuali che verranno ammesse alla Business Academy Premium in funzione della loro corrispondenza ai requisiti del Bando e della loro intrinseca qualità evidenziata secondo i criteri di valutazione espressi nel punto precedente.

Al termine del percorso formativo, una seconda Commissione di esperti e tecnici della materia, individuata dal Comune di Cesena e dai partner di progetto, selezionerà le 3 proposte vincitrici dei premi sulla base dei business plan presentati.

Le valutazioni delle Commissioni sono insindacabili e inappellabili.

10. Il percorso, il processo di valutazione e le relative comunicazioni

Entro le ore 13.00 del 18 aprile 2014, i soggetti proponenti dovranno inviare il progetto definitivo, completo di tutta la documentazione richiesta, con le modalità descritte al punto 6.
Nei trenta giorni successivi, la Commissione di valutazione selezionerà le 10 idee imprenditoriali che verranno ammesse al percorso formativo della “Business Academy Premium”.

Al termine del percorso della Business Academy Premium (indicativamente: 30 settembre 2014) la Commissione di valutazione selezionerà i 3 progetti che riceveranno i contributi economici e il supporto specialistico previsti dal Concorso.

Le graduatorie e/o i nominativi dei vincitori del concorso, nonché tutte le comunicazioni relative al presente bando, saranno fornite TRAMITE PUBBLICAZIONE sul sito web dedicato al progetto www.impresacreativa.net. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti e sostituirà le comunicazioni individuali.

11. Originalità del progetto e manleva

Ciascun progetto presentato è, per definizione, originale e non viola alcuna norma a tutela del diritto di autore o di altri diritti di terzi, come peraltro separatamente dichiarato da ciascun partecipante, sotto la propria responsabilità, all’atto della compilazione del modulo di iscrizione.

A tale riguardo, il partecipante dovrà dichiarare espressamente per sé e per i suoi aventi causa di manlevare integralmente il Comune di Cesena e i partner di progetto e/o gli eventuali loro incaricati da qualsivoglia rivendicazione da parte di terzi.

12. Esclusione

Ogni dichiarazione incompleta e/o la violazione degli obblighi di cui al punto 11 implicano l’esclusione immediata del soggetto proponente dal Bando, anche se già ammesso alle fasi successive. Sono da considerarsi esclusi dalla selezione i progetti non presentati entro il termine previsto, quelli presentati in forma parziale o comunque in contrasto con una qualsiasi regola del presente Bando. I soggetti proponenti sono inoltre invitati a non prendere contatto con i membri della Commissione di esperti, pena l’esclusione dal Bando stesso.

13. Privacy

Ai sensi di quanto previsto dallArt. 13 del D.Lgs. n. 196/2003, si informa che i dati personali dei proponenti i progetti verranno utilizzati solo ed esclusivamente nellambito dei trattamenti, automatizzati o cartacei, strettamente necessari allespletamento delle attività necessarie alle finalità oggetto del presente avviso. Titolare del trattamento è il Comune di Cesena. Per dar corso a quanto dichiarato, i dati potranno essere utilizzati dal personale del Titolare e dai Responsabili o Incaricati del trattamento e comunicati a soggetti terzi che prendono parte al processo aziendale connesso al presente concorso o per rispondere a specifici obblighi di legge. Il trattamento di detti dati sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e nel rispetto delle norme di sicurezza. Il proponente potrà rivolgersi al Comune di Cesena, Settore Progetti Integrati, Lavoro, Sviluppo, Giovani, Università e Partecipazione (0547.356242, e-mail: partecipazione@comune.cesena.fc.it) per far valere i propri diritti così come previsto dal succitato Decreto Legislativo. Si informa che il conferimento da parte dei proponenti dei dati richiesti per accedere ai servizi oggetto del presente Avviso pubblico, corretto e veritiero, è obbligatorio ai fini del corretto espletamento della procedura di valutazione delle proposte e che il loro eventuale mancato conferimento potrebbe comportare la mancata ammissione del proponente.